Parrocchia Don Bosco e San Pio X

Catechesi


Da alcuni anni a questa parte l'attuale percorso di iniziazione cristiana che chiamiamo catechesi, o catechismo e che dovrebbe introdurre i piccoli alla vita cristiana, in realtà non inizia a nulla. Una triste verità. I bambini, una volta completato il percorso, non si vedono più in Chiesa; né loro, né i loro genitori. Per questo stato di cose, che non è un'esclusiva di Bolzano!, in tante parrocchie un po' in tutta Italia hanno attuato nuovi percorsi di catechesi, con modalità differenti rispetto al passato, ma che hanno in comune questi obiettivi:

  • recuperare il ruolo centrale della famiglia nella comunicazione della fede, aiutando i genitori a riscoprire una fede adulta in vista della testimonianza ai loro figli 
  • valorizzare meglio il Giorno del Signore e l'Anno Liturgico all'interno del cammino di iniziazione
  • favorire il passaggio dal catechista "single" ad una "squadra" e far interagire maggiormente la comunità cristiana
  • offrire ai bambini un'esperienza (non una lezione!) di catechismo vivibile per tempi e per modi, uscendo dall'impossibile costrizione dell'oretta scarsa dopo la scuola
Anche la nostra parrocchia ha preso la decisione di abbandonare il modo tradizionale di fare catechesi e di provare dal prossimo autunno il "Metodo a quattro tempi", già ampiamente sperimentato nella Diocesi di Verona.In pratica il percorso prevede nell'arco del mese quattro incontri a scadenza settimanale:
  • Incontro dei genitori in parrocchia. Consiste in una proposta di riscoperta della fede per adulti. Ogni mese i genitori vengono coinvolti in una riflessione ritmata sulle tappe del catechismo dei loro figli. L'incontro suggerisce inoltre come comunicare in famiglia quanto maturato nel gruppo
  • Incontro in famiglia. Con l'aiuto di alcune semplici proposte e schede, sono i genitori a "fare i catechisti", vivendo alcuni momenti espliciti di dialogo, di preghiera e di esperienze
  • Incontro dei bambini in parrocchia. Viene collocato in un momento disteso (sabato mattina o altro orario da concordare) che suppone un impegno di un paio d'ore. Serve prima di tutto per poter vivere un'accoglienza degna di tale nome. Poi per dare spazio ai bambini per condividere ciò che hanno fatto in famiglia. Infine è necessaria un'animazione gestita dai catechisti o da altre figure di preghiera. In questo incontro è auspicabile il coinvolgimento-contributo, a turno, dell'intera comunità cristiana: dal parroco ai genitori volontari (stabili o a rotazione), di giovani, di ministri dell'eucarestia, di nonni o di altre figure che facciano squadra e che portino il loro contributo carismatico specifico (affettivo, caritativo, ludico, musicale...)
  • Incontro della domenica. Idealmente si tiene la domenica mattina, un'ora prima della celebrazione della Messa. I genitori si ritrovano guidati dal parroco o dal catechista per una verifica dell'esperienza vissuta in famiglia, per approfondire eventuali questioni aperte. I bambini intanto preparano una preghiera, un gesto, un segno, per ri-esprimere nella Messa qualcosa del cammino fatto nel mese.
La durata del percorso non viene stabilita a priori perché la vera meta dell'iniziazione cristiana è la maturazione cristiana, relativamente all'età ovviamente. I sacramenti sono tappe di questo percorso e, sulla base delle esperienze maturate, si cercherà di cogliere insieme il momento adatto per riceverli. Ce la faremo ad affrontare il nuovo? Cambiare non è facile ma, adesso più che mai, è indispensabile. I frutti, siamo certi, non mancheranno ad arrivare.

Qui trovi le informazioni sulle parrocchie Don Bosco e S. Pio X: orari delle S. Messe, uffici parrocchiali, preparazione ai sacramenti e varie attività delle Parrocchie.
E molto altro!

vai avanti

Das Augustinerstift Maria in der Au stand bis 1411 am Ort der heutigen Pfarrei. Die Pfarrkirche zur Mutter vom Guten Rat lädt ein zum Verweilen, Beten und Feiern der Gottesdienste.

vai avanti

Il Circolo Culturale don Bosco è un polo culturale e di aggregazione.
Scopri:le attività, le novità e le iniziative del Circolo Culturale, la Biblioteca S. Amadori, il Foto Club Bolzano

vai avanti

Il Senior Club lavora per favorire una cittadinanza attiva degli anziani per stimolare iniziative, incontri, momenti di svago e di comunità e occasioni di confronto.

vai avanti

Da anni il Centro Giovanile Pierino Valer è un punto di riferimento per i giovani del quartiere Don Bosco ma non solo, avendo lo scopo di proporsi come realtà viva anche a livello cittadino.

vai avanti